Il mattino ha l’oro in bocca

Manca qualcosa in questa seconda prova registica con la quale Francesco Patierno racconta la storia di Marco Baldini, voce e volto conosciuto dell’etere nazionale, alle prese con la passione della radio e con il vizio del gioco.
Si sceglie un taglio registico di pura narrazione – quasi asettica–  con la quale  raccontare le vicende di  Marco, giovane fiorentino che sogna da sempre la radio, capace di farsi avvindolare dalla passione per le scommesse.
Marco sembra una sorta di moderno CANDIDE alle prese con un mondo, che nel bene e nel male, decide del suo futuro. E’ bravo Elio Germano a tratteggiare questo ragazzo garbato che rimane coinvolto,quasi in maniera inconsapevole, in una serie di eventi che trasformano la sua vita. Ma la sua presenza appare sottostimata,priva di nerbo. E’ legnoso come PINOCCHIO alle prese con MANGIAFUOCO, che qui potrebbe essere il direttore della radio degli esordi, tale Apicella, interpretato in maniera efficace da Antonio Buonomo.
La storia sà di già visto:nessun lampo ad illuminare un percorso troppo delineato e, forse, condizionato dalla scelta di seguire in maniera eccessivamente fedele quanto riportato nel libro autobiografico del protagonista.
Un film carino ma poco efficace. Dopo Pater familias mi aspettavo di più da questo  regista che spero non perda la voglia di osare barattandola con la possibilità di girare film di più semplice consumo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...