Spuma di pensiero

Il cielo improvvisamente limpido di una serata che sembra uscire da un frigorifero mi regala un inaspettato buonumore.  Il mare s’infrange sugli scogli con un impeto tale riempire con il suo fragore i miei pensieri ridestandoli da quella sensazione di assopimento figlia di qualche ragione che non riesco a comprendere. Mi giro e guardo la gente passeggiare tenendosi a debita distanza da quel frastuono. Indossano cuffiette che sembrano scudi a protezione della loro individualità, schermi con il quale proteggersi da invasioni di vita che imporrebbero libere conversazioni a cui molti sembrano non essere più pronti. Tanto normale non sono nemmeno io,  fermo sulla panchina a cinque metri dalle onde, ad ascoltare il frizzare delle acque che si trasforma in spuma come fosse l’opera di un’orchestra sinfonica.  Mi alzo, faccio due passi, davanti a me il porto sembra un presepe in attesa della lieta novella. Arriverà? Spero di si….

Annunci

2 pensieri su “Spuma di pensiero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...