Incubi

Arrivò in leggero ritardo, radiosa come sempre. Bastò guardarla e tutto ciò che fino ad un attimo prima ostacolava il fluire leggero dei pensieri fu sommerso da una gigantesca onda di vita che spazzò le ansie come fossero briciole di una cena mai consumata. Ero ermeticamente legato a quello sguardo che si stagliava alto tra la folla come un faro ad illuminare l’approdo agognato. Alle prese con la mia scialuppa di salvataggio consumavo le mie forze  in balia delle onde attendendo che quel raggio di luce coprisse il tratto di mare che mi separava dalla salvezza.  Non ero lontano dalla spiaggia, ad occhio e croce meno di un miglio, ma il problema è che appena lei andava via ripiombavo nel buio più inconsolabile e la terraferma restava un ricordo inafferabile sostituito da una concreta disperazione che, armata di martello, apriva falle pronte ad allagare d’acqua salata il mio grado di sopportazione. Ora però la luce era tornata e pensai bene di afferrare l’unico remo sopravvissuto al naufragio scaraventandolo nell’acqua gelida a far da motore alla mia voglia di tornare. La barca ebbe un sussulto improvviso e inizio a girare su sè stessa come una trottola spinta da due dita schioccanti. Ora non c’era più la terra davanti a me ed il raggio di luce  puntò il fragore delle onde perso  nell’infinito del mare. Misi ancora più forza nelle braccia cercando disperatamente di rivedere la spiaggia ma dopo un pò la luce svanì come l’energia che avevo sprecato.  Scosso dal buio iniziai a ridere per sentirmi meno solo.  Il suono che mi uscì dalla gola arsa dallo sconforto rimbombava nell’imbarcazione giungendo alle mie orecchie come proveniente dal fondo del mare. Qualcuno sembrava prendersi gioco di me e non ero in grado di capire che quel qualcuno ero proprio io. Mi addormentai dopo poco, vittima della stanchezza e della disperazione, convinto che domani quel raggio di luce fosse durato il tempo giusto per farmi tornare a vivere

Annunci

Un pensiero su “Incubi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...