Cargo

I movie zombie m’hanno sempre attratto, aldilà del gore, dello splatter, della superificialità che caratterizza alcune produzioni intente ad utilizzare i non morti con l’unico intento di spiaccicare in video le loro strane perversioni. Fin dall’esordio sul grande schermo gli zombie hanno rappresentato un modo per confrontarci con le nostre paure più recondite, il timore di perdere lo status di specie senziente e dominante per finire braccati da brandelli vaganti alla ricerca della nostra carne. Di solito l’interrogativo centrale a cui dar risposta con un film del genere è…. riusciranno i nostri eroi a non perdere la loro umanità, oltre alla loro vita,  in un contesto fatto esclusivamente di bisogni primari e predatori famelici? Aldilà dell’ultimo episodio cinematografico che ha ridotto gli zombie in trekker d’assalto snaturando la loro valenza sociologica per condurli in un angolo, decretandoli semplici sparring partner della cazzuta stella hollywoodiana impegnata a salvare la propria famiglia e il mondo intero (World war Z), il prodotto più interessante degli ultimi anni è The Walking Dead, ottima serie ispirata dalla saga fumettistica creata da Robert Kirkman. In un mondo sbranato dai non morti dove il randagismo da sussistenza rappresenta l’esigenza primaria da soddisfare, un gruppo di persone cerca di sopravvivere, agli zombie, all’emergere degli istinti primari liberati dalle catene delle buone maniere e del senso civico, al cinismo del bisogno. Il sangue scorre a fiumi ma l’attenzione è concentrata sull’iterazione tra i sopravvissuti, la loro caratterizzazione è precisa, delineata e in continua evoluzione e ciò rende The Walking Dead una prodotto interessante proprio per l’umanità che trasuda anche nei passaggi più duri. Curiosando in giro mi sono imbattuto in questo splendido cortometraggio australiano che in sette minuti riassume in maniera perfetta il lato più umano della lotta per la sopravvivenza made in movie zombie Non vi svelo nulla ma vi dico che io l’ho trovato delizioso e toccante. Guardatelo e poi magari mi dite la vostra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...