Non dirmi che hai paura

Samia è una ragazza del nostro tempo che vive in una sorta di brutale medioevo privo di qualunque forma di rispetto nei confronti delle persone e delle loro aspirazioni/ambizioni. Credo sia davvero straziante avere la netta consapevolezza di essere nato nel luogo sbagliato, di faticare anche per poter uscire di casa e correre mentre lo stesso cielo che non riesci a vedere ogni volta che vuoi illumina poco più in là persone che possono liberamente decidere di indossare i propri sogni fino a renderli concreti e colorati. Allora provi a combattere, a non abbassare la testa con la speranza che qualcosa cambi anche dalle tue parti, che la civiltà inizi ad espandersi anche dove sembra tutto perennemente arcaico e scuro. Non ti va di abbandonare la nave in mano ai comandanti che l’hanno ridotta in una prigione isolata da tutto e tutti ma poi ti rendi conto che non hai altra strada da percorrere se non quella di affidare la tua vita nelle mani di autentici aguzzini nelle speranza di poter raggiungere la terra promessa dove la vita ha il sapore del libero arbitrio. Aldilà della scrittura,  semplice e pulita, è la storia che viene narrata a lasciare il segno in questo libro,  soprattutto nella seconda parte quando si affronta il tema del viaggio e ti vengono i brividi quando pensi che quella descritta non è finzione ma  realtà, la quotidianità aberrante  in cui sono costretti loro malgrado tanti uomini e donne alla ricerca disperata della libertà.

non dirmi che hai paura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...